Il Milan da oggi non appartiene più alla famiglia Berlusconi. Per tornare a vincere i cinesi dovranno blindare Suso e Donnarumma.

É stata una trattativa lunga e tortuosa, ma alla fine il closing si è materializzato. La giornata odierna è una giornata storica, perchè si chiude l’era Berlusconi, ricca di trofei, si apre quella dei cinesi, che per vincere dovranno ripartire da due giovani pilastri dell’attuale organico rossonero: Donnarumma e Suso.

Donnarumma: Il ragazzo ha appena compiuto 18 anni, ma le sue prestazioni sono tipiche di un veterano. La scuderia Raiola è una delle più rinomate e costose, ma un sacrificio per blindarlo i cinesi dovranno per forza farlo. Con Gigio si vince, senza di lui il Milan faticherebbe anche a raggiungere metà classifica. L’intera tifoseria vuole che il numero 99 rimanga, diventi capitano e sollevi altri trofei. Ai nuovi investitori asiatici la scelta: rinnovo contrattuale per Gigio, o zero trofei e soddisfazioni.

Suso: A quota 7 reti in campionato, ha aperto l’ultima sfida con una perla su punizione. L’infortunio è alle spalle e Suso punta al traguardo delle 10 reti in campionato. Incontrastato nel ruolo di assist-man, il ragazzo va blindato. Lui, assieme a Donnarumma rappresenta il futuro del Milan. Un giocatore come lui va trattenuto a qualunque prezzo. Nel finale di stagione il suo mancino al fulmicotone potrebbe fare la differenza, già a partire dal derby.

MC24  Milan, rischio ingorgo sulla trequarti: in tanti per un posto

Berlusconi ha regalato al Milan tanti successi, ora toccherà ai cinesi rilanciare le ambizioni del club rossonero. L’augurio è che non si pensi solo al marketing, ma ci si ricordi che la cosa fondamentale di questo sport è una sola: regalare emozioni ai tifosi, quelle non hanno prezzo.

share on:

Leave a Response