Luca Uccello parla in esclusiva del difficile rapporto tra André Silva e Montella

Luca Uccello, giornalista sportivo e opinionista, ha parlato in esclusiva alla redazione di MilanCafè24 del bomber rossonero André Silva e del derby. Montella Finalmente schiererà il talentuoso asso portoghese come titolare anche in campionato?

Nautica Ranieri
Nautica Ranieri

Luca, Montella si è lasciato male con la Samp: finirà così anche col Milan?
Credo che il giudizio su Montella a oggi, prima del derby con l’Inter sia molto diverso rispetto a maggio della passata stagione. Io ho la forte convinzione che lui non sia la persona giusta. Non abbia le capacità per portare il Milan a vincere, a competere con le altre, a far divertire. Fin qui non si è visto un bel gioco e non credo che ci riuscirà nemmeno in futuro. Con la Sampdoria si è lasciato male per diverse ragioni, quella principale è quella di aver tradito la fiducia dei tifosi che riversavano su di lui. Il suo arrivo aveva fatto illudere di poter rivedere la squadra da lui allenata ai tempi di Firenze. E invece no. Tante sconfitte, tanta confusione tattica, troppi sorrisi amari. Gli stessi che cominciano a dare fastidio a qualche tifoso rossonero. Quando si perde non si può sorridere, non si può sempre dare una giustificazione.

Vincenzo Montella, allenatore del Milan.
Vincenzo Montella, allenatore del Milan.

Berlusconi vuole Bonaventura e Suso in campo, con Montolivo capitano: ha ragione?
Sono d’accordo su Bonaventura, su Suso e sulla fascia da togliere a Bonucci nel senso che non doveva finire sul braccio di una delle bandiere della Juventus. Montolivo, pur non condividendo nemmeno la scelta di affidarla a lui, rimane comunque per anzianità, insieme ad Abate, uno dei giocatori che avrebbero dovuto avere questo onore. Certo non è un titolare, così come Ignazio, ma cambiare per darla un giocatore che fino a qualche mese fa era considerato un grande avversario mi lascia un po’ così. Forse nemmeno questo inizio di campionato lo sta aiutando particolarmente a conquistare i meriti. Io personalmente l’avrei consegnata a Donnarumma, al ragazzino capriccioso su cui il Milan vuole (o voleva?) costruire la squadra del futuro. Giovane, forte e tifoso del Milan, nonostante Raiola…

Tanti soldi investiti sul mercato e nessun top player: tremano anche Mirabelli e Fassone?
Non vedo la proprietà cinese molto coinvolta nel dare giudizi o comunque farsi sentire, rilasciare il proprio pensiero. Certo è che non arrivare in Champions League sarebbe un fallimento totale. I tanti soldi spesi devono portare a qualcosa. E questo qualcosa è un quarto posto che non può essere assolutamente perso al di là della concorrenza di Inter, Lazio e magari l’Atalanta se reggerà fino alla fine i ritmi del doppio impegno.

André Silva è il più talentuoso attaccante del diavolo, San Siro l’ha già applaudito a scena aperta: Kalinic finirà in panchina e si cambierà modulo?
Cambiare modulo credo che sia la soluzione di tutti i problemi. Inutile insistere, soprattutto ora su un modulo che non ha portato nulla se non sconfitte, figuracce e tante, troppe critiche e di conseguenza pressioni all’ambiente. Bisogna rivalutare Bonaventura e Suso, sfruttare le qualità di Andrè Silva da bomber e non aspettando il ritorno di Kalinic e non bruciando un giovane promettente come Cutrone. Mi è bastato vedere qualche gara estiva per capire di che pasta era fatto questo ragazzo. Grande talento e un killer davanti alla porta. Ha bisogno di grande fiducia, quella che fino a oggi Montella non gli ha dato…

Si ringrazia Luca Uccello per la cortese disponibilità.

MC24  Il Galatasaray si inserisce per Ibrahimovic, ma lui vuole l'Italia
share on:

Leave a Response