Il Milan non sbaglia più un colpo e vola in finale di Tim Cup. Il 9 Maggio i rossoneri sfideranno la Juventus. Gattuso si è presentato a Roma con una squadra compatta, con il baby Cutrone in attacco, supportato da Suso e Chalanoglou. I rossoneri hanno sofferto i primi 25 minuti, nei quali Donnarumma ha sfoderato due parate prodigiose. Ma il Milan pian piano ha iniziato a pungere, prima con Cutrone e poi con Suso. Nella ripresa i rossoneri sono partiti molto forte e hanno provato a sorprendere la Lazio. Le occasioni dei rossoneri sono però state neutralizzate dalla difesa capitolina e da uno Strakosha attentissimo tra i pali. Il Milan ha corso qualche rischio anche nei tempi supplementari, ma il muro rossonero ha resistito alle giocate di Milinkovic e Immobile, anche oggi tra i migliori in campo. La Lazio a quel punto si è sbilanciata e a 3 minuti dalla fine dei tempi supplementari, il Milan ha organizzato un grande contropiede portando Bonucci al limite dell’area di rigore, una sgroppata che si è conclusa con un grande assist per Kalinic, che dal dischetto del rigore ha gettato alle ortiche una grande occasione. Rocchi ha poi fischiato la fine dei tempi supplementari.

I rigori sono però iniziati male per il Milan, con un errore di Rodriguez e la Lazio avanti grazie al gol di Immobile. Il Milan non si è però abbattuto e grazie a un super Donnarumma ha riequilibrato le cose. Il rigore di Bonucci ha portato equilubrio, quello di Romagnoli ha riportato il Milan in finale. La Lazio cade ma esce tra gli applausi, gli stessi che l’Olimpico ha tributato a Gattuso.

share on:

Leave a Response