DI SANDRO CERISANO

Il mondo del calcio è bello perchè è vario; le opinioni sono varie, i giudizi distinti e distanti, anche i risultati, matematici, vengono letti quasi “ai punti” come nella boxe.

Per noi cuori rossoneri, è da un anno che si rincorrono sfide su sfide, in campo e fuori dal campo, a livello societario e amministrativo, ma una, a livello umano, simpaticamente, ma non tanto, ci sta facendo appassionare particolarmente ed è quella che vede sfidarsi quasi quotidianamente, il nostro Massimiliano Mirabelli e Mino Raiola.

Le ultime affermazioni dei contendenti mostrano le speranze dell’agente e le certezze del DS cosentino, ripercorriamole.

A “Tutti convocati” su Radio 24, ha parlato Mino Raiola e, alla domanda sul futuro di Donnarumma, ha risposto così: “Chi giocherà nel Milan l’anno prossimo? Spero Reina”.

La risposta presta il fianco a qualche osservazione: la prima, Donnarumma è un calciatore del Milan; la seconda, Raiola è l’agente di Donnarumma; la terza, Donnarumma ha un contratto ancora lungo in essere col Milan firmato da poco.

Qual è quell’agente che si augura che il proprio assistito non giochi e faccia panchina? perchè se il Milan ha preso Reina ed ha sotto contratto Donnarumma, se lo spagnolo gioca…. il suo cliente fa panchina.

Anche deontologicamente parlando la figura fatta da Raiola è piuttosto “barbina” poichè la sua posizione non tutela l’immagine dell’assistito bensì la danneggia auspicando per lo stesso la figura della riserva.

Ma voi direte: ohi scemo….ha detto così perchè sottintende la volontà a trasferirlo altrove.

MC24  Milan, offerti 25 milioni per Romagnoli: 'no' della Roma

Allora ecco per tutta risposta le certezze del calabrese “testa dura” ieri all’evento “Tenute La Montina” in Franciacorta; a domanda sul portiere: “Come abbiamo detto sempre: Donnarumma non si tocca se non lo decidono il Milan e lui stesso”.

Cioè, vi è chiaro il concetto una volta per tutte? Massimiliano ha detto…..Donnarumma non si tocca a meno che non lo decidano il Milan e/o lui stesso, come dire, sbraitasse pure l’agente, a noi non ci smuove proprio, a meno che non venga Gigio in persona a dirci di voler andare.

Certezze mostrate ed esibite anche in merito al discorso Romagnoli: “Romagnoli è un giocatore che vorremmo stesse con noi per tanto tempo, stiamo parlando con l’agente. È una cosa che faremo, non ci sarà nessun problema”.

Bonaventura ha un contratto sino al 2020, non c’è urgenza di rinnovo e Suso una clausola rescissoria. Sono partite che si giocheranno più avanti.

Le ultime certezze sul conterraneo Rino Gattuso:  “Non c’è nessun problema…..non c’è nulla da vedere, solo da trovare il momento di farlo. Non c’è nessun tipo di discorso di aspettare niente e nessuno. Abbiamo un grande feeling…… Eravamo convintissimi delle qualità di questo ragazzo e avevamo paura di poterlo bruciare perché non era semplice. Lo considero un allenatore già vecchio, nel senso buono. Capisce tante dinamiche, gestisce tante cose da allenatore importante. Per me diventerà tra i top allenatori, lui sarà uno di quelli”.

Guagliù…..calabresi….teste dure!

share on:

Leave a Response