Di SANDRO CERISANO

In principio fu 3-4-2-1. Gattuso contro il Benevento partì seguendo le orme di Montella per poi ben presto virare verso un più funzionale ed equilibrato 4-3-3.

A gara in corso, è capitato che Gattuso mutasse atteggiamento, specie quando si stava sotto; ci si è dunque schierati col 4-4-4-2. o 4-2-4, sottili le differenze, esterni più alti o più bassi.

Schieramento quello con le due punte che garantisce maggiore occupazione dell’area avversaria e che potrebbe essere il modulo di riferimento del prossimo anno.

Da Benevento al Benevento; all’andata fu un triste 2 a 2 con gol del portiere campano nei minuti di recupero.

Quest’oggi ci aspettiamo due cose, un bel Milan ed una bella vittoria contro una squadra che verrà a giocare spensieratamente, il Milan con qualche ansia da prestazione e da risultato.

L’obiettivo europeo è troppo importante, l’Europa League non è la Champions ma tant’è, oltretutto se vogliamo arricchire la rosa di qualche petalo importante l’obiettivo minimo non va sottovalutato.

Questa sera dovremmo vedere una anticipazione del nuovo Milan: due punte davanti Cutrone e Silva, quattro difensori ed un centrocampo con Borini e Bonaventura larghi.

Un’anticipazione, forse, come dicevamo, del Milan di Gattuso restaurato e corretto. Il nuovo modulo potrebbe però vedere la variante del trequartista così come il Milan del Gattuso calciatore.

Oltretutto, virando verso quello che potrebbe essere il definitivo 4.3.1.2 la rosa sarebbe quasi completa, mancherebbero una mezz’ala ad arricchire il centrocampo ed una punta da 20 reti.

L’ideale sarebbe riuscire a raggiungere Angel Di Maria che da mezz’ala alla Seedorf nel Real Madrid di Carlo Ancelotti giocò la sua migliore stagione in assoluto.

A Di Maria verrebbero affiancati Biglia e Kessie nelle veci del Gattuso giovane; il coreano Ki, Bonaventura, forse Bertolacci le principali alternative.

Il trequartista potrebbe essere Suso, si giocherebbe la maglia da titolare con Calhanoglu; davanti Silva ed il sogno Cavani con Cutrone e Borini e/o Kalinic riserve.

Da ultimo si vocifera di Mandzukic, sarebbe un colpaccio per i rossoneri, certo è alternativo a Cavani, o uno o l’altro.

Dietro è già tutto fatto con tre portieri affidabili ed un pacchetto di difensori che è una garanzia per il Milan ma anche per la Nazionale.

share on:

Leave a Response