La Rassegna Stampa di Domenica 22 Aprile 2018.

“La notte dei giganti”, così apre il Corriere dello Sport odierno, mettendo in primo piano la sfida scudetto tra Juventus e Napoli che culminerà stasera alle 20.45 con il big match a Torino. Ritaglio in alto per la Roma che espugna Ferrara con un rotondo 3-0 ed è pronta alla sfida di Champions di Martedì contro il Liverpool. Liverpool che viene fermato in rimonta sul 2-2 dal West Bromwich, ultimo della classe. Spazio anche per il tonfo clamoroso del Milan che, San Siro, viene colpito e affondato da Iemmello e dal suo Benevento. In Serie B, invece, il Palermo ne fa tre all’Avellino, mentre è pari nel derby pugliese tra Foggia e Bari.

Tuttosport odierno apre con la Juventus e il suo futuro. Stasera i bianconeri affronteranno il Napoli nella sfida decisiva Scudetto, ma pensano già a quello che verrà con movimenti in entrata e in uscita programmati dalla dirigenza. Ritaglio in alto per la sfida di oggi tra Atalanta e Torino, nel segno e nel ricordo di Emiliano Mondonico, grande allenatore di entrambi i club. Il Milan rivede le streghe contro il Benevento. Gli uomini di Gattuso perdono clamorosamente colpiti da Iemmello ed ora preoccupa il momento di forma in vista della volata decisiva all’Europa League. Inter impegnata oggi a Verona contro il Chievo, bisognoso di punti salvezza. Intanto si complica la trattativa per Asamoah, perchè pare si sia inserito il Milan. Roma da Champions rifila tre goal alla Spal ed è pronta ad affrontare i Reds martedì ad Anfield. Intanto la banda di Klopp pareggia in casa del West Bromwich per 2-2. In rete ancora Salah che sale a quota 31 in Premier League. Spazio anche per la Fiorentina che cade sotto i colpi del Sassuolo e di Politano.

Prima pagina de La Gazzetta dello Sport interamente dedicata a Juventus-Napoli. Il quotidiano rosa titola “Gran finale” per descrivere la partita che andrà in scena stasera a Torino. Partita che vale una stagione per gli uomini di Allegri, ma soprattutto per gli uomini di Sarri. Gli azzurri proveranno in tutti modi a portare il tricolore a casa, dopo tanti anni dall’ultima volta.

Alberto Felchilcher

share on:

Leave a Response