Luca Serafini, giornalista e scrittore, in esclusiva per MilanCafè24 su Calhanoglu.

Luca, Europa League conquistata e Finale di Coppa Italia disputata: che voto dai a Montella e poi a Gattuso?

Aspetterò lunedì. Tra il 6 e il 7 posto c’è una grande differenza…

Giusto tagliare i ponti con Mino Raiola e i suoi assistiti anche talentuosi come Donnarumma?

Non è possibile. Bisogna tenere una linea precisa, ma non si può chiudere la porta”.

Belotti sembra vicino al Milan, ma secondo te arriveranno altre punte in rossonero?

Io non lo vedo così vicino. Se restasse ancora al Toro significherebbe che ha quel tipo di ambizioni, tipo decimo posto, quindi non è da Milan. Nel caso invece si facesse, credo non servirebbe un altro attaccante”.

Qual è il nuovo arrivo di questa stagione che ti ha deluso e quale ti è invece piaciuto?

Non ci sono dubbi su Kalinic, un mezzo disastro. Bisogna che analizzi in se stesso cosa gli è successo. Calhanoglu e Kessie i più concreti”.

Punteresti sul 4-3-3 anche per l’anno prossimo?

Dipende dal mercato, ma a prescindere preferirei una squadra più duttile. Penso che Gattuso abbia in mente questo infatti“.

Si ringrazia Luca Serafini per la cortese disponibilità.

share on:

Leave a Response