Con Buffon al PSG che ne sarà di Donnarumma?

di SANDRO CERISANO – Donnarumma al PSG è fatta; forse Donnarumma va al PSG; Buffon si regala due anni ed un contratto principesco al PSG. Il calciomercato regala ogni giorno tormentoni e/o new entry. Quando tutto sembrava fatto, almeno secondo la volontà di Raiola, arriva Martina, agente del portiere della Juventus che annuncia la proposta del PSG a Buffon per due anni di contratto a 10 milioni. Buffon tentenna, si è preso tempo per dare la sua risposta, ma ancora due anni di Champions a difesa della porta degli Sceicchi potrebbero farlo desistere dal dare l’addio al calcio. E’ arcinota la sua voglia di aggiungere alla sua personale bacheca la Coppa dalle grandi orecchie.

E se così fosse? Cosa ne sarà di Donnarumma? Ufficialmente, non ci sono richieste concrete per le sue prestazioni, solo il vaneggiare del suo procuratore. Oltretutto, le ultime performance dell’atleta non hanno contribuito ad aumentarne l’appeal mentre resta invariato per la Società A.C. Milan il suo valore in assoluto: venghino signori venghino ma non pensate di portare via Donnarumma con qualche spicciolo; verranno ascoltate solo proposte da 70 milioni a salire.

Il problema, o se volete il rebus, si complica, e di molto, qualora effettivamente Buffon accettasse la corte del PSG. Escluso i francesi infatti, nessuno ha mosso passi importanti verso Raiola, nè tanto meno verso il Milan, per accaparrarsi le prestazioni di Donnarumma; inoltre, per prestigio e disponibilità economiche, non è che siano molte le formazioni in grado di sopportare e supportare il contratto di Gigio e poi, non dimentichiamolo, quello di Antonio.

In Europa un numero 1 di livello come il nostro, potrebbe fare gola solo a tre formazioni: Bayern Monaco, Neuer è infortunato e fatica a riprendere, Liverpool, Real Madrid; altre o non sono interessate, o non possono permetterselo. In Spagna, Barcellona e Atletico Madrid sono ampiamente protette da Ter Stegen ed il fenomeno Oblak; in Inghilterra Manchester City, United, Chelsea, Tottenham, Arsenal presentano tra i pali fior di numeri 1: Ederson i Citizen abilissimo coi piedi si come gradito a Guardiola, il mostro De Gea i Reds, Courtois il Chelsea, Lloris nazionale francese al Tottenham, Cech e Ospina l’Arsenal. Ad alti livelli, restano le tre prima menzionate.

C’è però una considerazione da fare riguardo Bayern, Liverpool e Real; tutte hanno Società solide e “serie”. Fateci caso, nessuna delle tre intreccia rapporti con Mino Raiola; negli ultimi anni e se non sbaglio anche a ritroso, nessun giocatore di Raiola ha messo piede negli spogliatoi delle tre formazioni citate. Il balletto delle commissioni Raiola lo conduce preferibilmente col PSG, con lo United, con la Juventus e col vecchio Milan. Insomma, difficilmente Raiola trova porte aperte nelle uniche Società che potrebbero essere allettanti per Donnarumma. E se Buffon chiude la porta a Parigi, nel senso di giocarci e blindarla, vuoi vedere che alla fine della fiera Donnarumma resta al Milan? E magari molla anche il procuratore sempre più implicato in vicende ed indagini poco edificanti per sè ed i suoi assistiti. Chissà che Gigio & family non ci facciano un pensierino.

share on:

Leave a Response