Il club rossonero è alla ricerca di gol per puntare verso l’alto. Sarà fondamentale il lavoro della società sul fronte attacco: Gattuso si tiene stretto Cutrone. Vicino il prolungamento. Kalinic resta?

di FRANCESCO QUATTRONE

Tanti nomi sul reparto offensivo che circolano, sia in entrata che in uscita, nell’ambiente rossonero. Il Milan può ripartire dal suo talento classe ’98, Patrick Cutrone, autore di un’ottima stagione con i suoi 18 gol. Una sorpresa che piano piano è diventata una realtà, vincendo anche il premio rivelazione dell’anno 2018. Gol e non solo: senso di sacrificio e tanta voglia di dare tutto per la maglia rossonera. Gattuso e il suo staff possono contare anche il prossimo anno sul suo contributo, anche la società milanista è pronta a blindare l’attaccante comasco, dal settore giovanile a punto di riferimento dell’attacco del Diavolo. Infatti si parla di un prolugamento del contratto fino al 2022 o 2023, da decidere questo e ovviamente un aumento di ingaggio.

Kalinic rimane?- La delusione di quest’annata è sicuramente Nikola Kalinic, con sole sei reti e parecchie partite opache. Negli ultimi giorni, si è parlato di un possibile addio, ma l’intenzione del croato è quella di rimettersi in gioco con la maglia rossonera e avere la sua chance per dimenticare questa stagione. L’ex Fiorentina, vuole insomma rimanere e  ripagare la fiducia della dirigenza che lo ha prelevato dai viola per una cifra di 20 milioni. Rebus attaccanti?  Il Milan dovrà pur scegliere come comportarsi e prendere delle decisioni.

 

share on:

Leave a Response