Alexandre Pato ha parlato del suo futuro e anche dell’attacco rossonero, non escludendo il ritorno a Milano.

di DOMENICO VARANO

Alexandre Pato non ha dimenticato Milano e i tifosi rossoneri non hanno dimenticato lui. La storia con il Milan si è chiusa in maniera malinconica, con Pato spesso infortunato e molto criticato dai tifosi e dai media. L’attaccante carioca ha parlato del suo futuro a La Gazzetta dello Sport, ecco le sue dichiarazioni salienti:

Milano e Milan sono sempre nel mio cuore, in Italia mi sono trovato molto bene. Ho ancora un anno di contratto in Cina, ma se il Milan chiamasse non potrei dire di no”.

Pato ha anche parlato dell’attacco rossonero: “Andrè Silva prima di arrivare in Serie A aveva segnato tanti gol, anche Kalinic alla Fiorentina. Penso che vadano aspettati, perchè il primo anno è di ambientamento e non tutti riescono a calarsi nella parte. Il Milan deve insistere. Cutrone? È stato bravo, ma il secondo anno sarà difficilissimo. Kakà mi diceva sempre che il primo anno è più semplice perchè le difese non ti conoscono, poi ti prendono le misure. Lui come Inzaghi? Evitiamo di fare paragoni di questo tipo”.

Un Pato molto maturo, pronto anche a far ritorno al Milan. Oggi Alexandre Pato ha 28 anni e gioca nel campionato cinese. Vedremo se in estate il destino lo riavvicinerà alla Serie A, oppure rimarrà alle dipendenze di Paulo Sousa.

share on:

Leave a Response