Giorni importanti e delicati per il Milan. Come riporta Il Corriere della Sera, lunedì sarà una giornata decisiva, perché si capirà se Yonghong Li verserà i 10 milioni dell’aumento di capitale o se la società andrà nelle mani del fondo Elliott. Pare che anche questa volta il presidente rossonero riuscirà a rispettare le scadenze e versare la trance.

Ieri, Marco Fassone ha creato una task force insieme al direttore finanziario Valentina Montanari per cercare di mettere a disposizione più informazioni possibili sulla solidità del Milan e soprattutto sulla continuità aziendale nel caso in cui il club passasse nelle mani di Elliott. L’eventuale esclusione dall’Europa League comporterebbe un grosso danno non solo dal punto di vista economico, ma anche dal punto di vista dell’immagine del Club, con ripercussioni scontate sul prossimo mercato.

Milan quindi in stretta osservazione, così come ha dichiarato anche Andrea Traverso, direttore della sostenibilità finanziaria e ricerca dell’Uefa: Sotto osservazione c’è il passato, il presente e il futuro”. Queste parole cosa significano? Sostanzialmente si stanno analizzando le perdite del triennio 2014-2017, l’affidabilità di Yonghong Li e come detto la continuità aziendale nel caso in cui il club finisse nelle mani di Elliott“. Una sfida che è appena cominciata, il Milan spera di vincere anche questa. In Europa il Diavolo si trasforma.

share on:

Leave a Response