La voglia di rivalsa di Higuain e la chiamata di Leonardo al Pipita. Ora il Milan sogna in grande, in attesa di un altro colpo.

di Alberto Felchilcher

Determinato e voglioso, tanto voglioso: così è apparso Higuain ieri sera durante il suo arrivo a Milano. Il Pipita vuole riprendersi ciò che Cristiano Ronaldo gli ha tolto alla Juventus. E quel sorriso visto sul sul suo volto vuol dire molto e fa ben sperare tutto il popolo rossonero. Rabbia e orgoglio si vanno ad unire alla straordinaria voglia che ha maturato Gonzalo in queste ultime settimane. È stato scaricato, senza mezzi termini dalla Juve, ed ora è pronto a prendersi la sua rivincita.

Leonardo ha usato tutte le carte che aveva a disposizione per convincere il Pipita a vestire la maglia rossonera. Gli ha trasmesso carica e voglia di rivalsa in una telefonata che ha svoltato la trattativa: “Abbiamo un conto in sospeso io e te, non puoi dirmi ancora no!”. In passato, infatti, Leo aveva provato a portarlo al PSG, ma il Real Madrid non cedette e dovette ripiegare su Ibrahimovic. Il Pipita era quindi nel destino di Leonardo che stavolta, puntando sul rapporto umano e mettendo Higuain al centro del progetto, è riuscito a chiudere la trattativa. C’è molta fiducia e soprattutto c’è la parte da protagonista che Higuain voleva. Al Milan percepirà 9 milioni di euro l’anno, più che alla Juventus. Il Diavolo ha riposto completa fiducia per il suo nuovo bomber.

Non è finita qui però! Leonardo non si ferma e continua a lavorare per regalare a Gattuso gli ultimi tasselli mancanti. In questi giorni è previsto un nuovo incontro con Bernard. L’ex Shaktar sarebbe un altro super colpo per il reparto offensivo rossonero. Ma Leo si sta guardando intorno anche per la mediana. Due nomi su tutti: Bakayoko, offerto dal Chelsea, e Samassekou, maliano del Red Bull Salisburgo. Attenzione però a possibili sorprese come Arturo Vidal o Adrien Rabiot. Leonardo vuole un super Milan, anche per farsi perdonare dai tifosi la scappatella con i cugini.

share on:

Leave a Response