L’esordio del Pipita potrebbe restituire il valore del numero 9, distruggendo la maledizione che il Milan si porta dietro da qualche anno.

di SARA PELLEGRINO

Grande esordio per Gonzalo Higuain nel match disputato ieri tra Real Madrid e Milan per il Trofeo Santiago Bernabeu. Nonostante il 3 a 1 per il Real, Il Pipita ha portato a casa il suo primo gol. E chi sa se questo suo esordio possa portare fortuna alla squadra rossonera. A fine partita si è congedato con  alcuni suoi ex compagni del Real, tra cui Modric e Sergio Ramos. Da quando l’argentino gioca in Italia (prima Napoli e poi Juventus) ha sempre scelto il numero 9, nel Milan strappato ad André Silva e indossato con molta dignità. Si, perché il numero 9 è una cifra che ha sempre ricordato grandi Campioni. A cominciare da Giuseppe Meazza, Eusebio, Gerd Muller, Van Basten, Ibrahimovic, Batistuta.

Ma nella storia del Milan la storia dei Grandi con la maglia numero 9 si è arrestata da diversi anni nel Milan. Dopo Pippo Inzaghi e Ibra l’onore di questo numero ha un po’ perso la sua validità: Pato, Matri, Fernando Torres, Destro, Luiz Adriano e André Silva. Quest’ultimo è volato in Spagna qualche giorno fa e nel Milan ha segnato 2 gol in 24 presenze.

Con Gonzalo sembra essersi riaccesa la speranza del 9. Nonostante il mondiale deludente per la sua Argentina, nella stagione passata con la Juventus ha segnato 35 gol. Maradona ha affermato di rivedere in lui alcune caratteristiche di Crespo e Batistuta. Lo stesso Batistuta l’ha definito uno dei migliori attaccanti del mondo.

share on:

Leave a Response