L’attaccante rossonero ancora a secco nelle due partite di Serie A: non succedeva dalla stagione 2014/15 con la maglia del Napoli.

Di FRANCESCO QUATTRONE

Un Higuain a secco dopo due gare non succedeva da 4 stagioni. Allora vestiva la maglia del Napoli, al suo secondo anno in Italia. Inizio davvero difficile per l’argentino, che si sbloccò solo all’ottava giornata siglando una tripletta contro il Verona. Poi il campionato si concluse con 18 reti in 37 partite. Ora il Milan aspetta i suoi gol.

HIGUAIN COME IBRA– Infatti, anche Zlatan Ibrahimovic festeggiò la prima rete rossonera dopo due gare in cui inoltre sbagliò un calcio di rigore. Mentre, Gonzalo si è messo subito a disposizione della squadra, sacrificandosi e cercare di trovare la soluzione giusta. Come nella gara contro la Roma dove l’argentino nel finale con un’invenzione serve l’assist vincente a Cutrone. Insomma un leader. Certo i gol per un attaccante sono l’essenza della vita, ma c’è tempo: l’importante è lavorare con costanza e avere pazienza. Il Milan ha già un’impronta ben chiara grazie al tecnico Rino Gattuso e nel suo gioco è fondamentale il lavoro di Higuain anche senza palla: sfruttare la forza fisica e creare varchi per gli inserimenti dei compagni. La strada intrapresa è quella giusta e se dovessero arrivare anche i gol dell’argentino allora sì che questo Milan sarebbe pronto a spiccare il volo.

Gonzalo, la curva sud ti aspetta!

share on:

Leave a Response