Il Milan non ha mai perso fuori casa coi toscani. La prima sfida nel 1986. E molti attaccanti rossoneri hanno segnato soltanto a loro

di STEFANO RAVAGLIA

 

Direste mai che Milan-Empoli (si giocava a San Siro, ma la sostanza non cambia) potesse essere un crocevia scudetto? Eppure è stato così. Non certo per i toscani, mai a ridosso delle prime. Ma nel 1988 e nel 1999, il Milan ha ottenuto due vittorie pesantissime per gli scudetti numero undici e numero sedici proprio contro la squadra che andrà a incrociare domani sera al “Castellani”. Empoli-Milan, prima sfida nel 1986. Mai il Milan in campionato ha perso in Toscana, ma per ben due volte è caduto tra le mura amiche: due 1-0, firmati da Di Natale nel 2003 e Saudati per ben due volte, nella stagione 2006-07 e 2007-08. Ma quei due precedenti relativi alla conquista di due scudetti sono ancora nella memoria milanista. Van Basten firmò il successo nella primavera di trent’anni fa, dopo una stagione tribolata dove la sua caviglia già faceva i capricci. Battuti anche Roma e Inter in quel mese, il Milan conquistò il titolo poi a Napoli.

Undici anni dopo, un sabato straordinario a San Siro: il 16 maggio finisce 4-0 con l’Empoli ormai retrocesso, vittoria che certifica il sorpasso sulla Lazio fermata a Firenze sull’1-1. In Toscana il Milan ha perso solo in Coppa Italia proprio nel 1985-86 ancora per 1-0. Ma c’è anche una curiosa statistica che riguarda gli attaccanti del Milan che passano per Empoli. Tre nomi: Andreas Andersson, Christian Vieri e Fernando Torres. Tutti e tre hanno segnato un solo gol in campionato col Milan, e tutti a Empoli. Lo svedese segnò il gol decisivo nella vittoria del 1997 con Capello in panchina, Vieri timbrò nel 3-1 (era un infrasettimanale anche in quel caso) della stagione 2005-06, e Torres segnò di testa nel 2-2 della stagione 2014-15. Meteore e polvere di stelle. Il Milan domani sera sarà praticamente senza attaccanti. Allora dovrà pensarci qualcun altro a segnare, possibilmente senza divenire meteore.

share on:

Leave a Response