Il ritorno di Ibrahimovic al Milan non è più un’utopia, fittissimi i contatti sottotraccia tra Leonardo e Raiola

 

di ALESSANDRO DELL’APA

 

Come canta Venditti: “Certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano”. Nel calcio come nella vita ci sono rapporti viscerali, destinati a durare nel tempo.
Uno di questi, è quello tra Zlatan Ibrahimovic ed il Milan. Proprio, nel giorno del suo trentasettesimo compleanno, va in scena, l’ennesima puntata di una telenovela che si ripropone ormai, da quando l’asso svedese nel Luglio 2012 ha lasciato il Milan, per andare al Psg, in ogni sessione di calciomercato. Questa volta però, secondo fonti vicine a Milan Cafe’ 24, si potrebbe avere, finalmente il lieto fine.
Infatti, sono fittissimi i contatti sottotraccia, tra l’agente del calciatore Mino Raiola e il direttore dell’area tecnica rossonera Leonardo.
Si potrebbe così riproporre, quell’asse che sei anni fa, porto’ Ibra da Milano a Parigi. I buoni rapporti tra i due e la procura dell’italo-olandese, su due giocatori fondamentali del Milan targato Gattuso: Donnarumma e Bonaventura, sono fattori da non trascurare in questa trattativa. Dopo il caso Donnarumma e la chiusura di ogni tipo di relazione tra le rispettive parti, fino a poco tempo fa, ciò sembrava utopia. Tuttavia adesso, con l’allontanamento della coppia Fassone-Mirabelli  e della proprietà cinese, il potente agente, ha riallacciato i contatti col club meneghino, la prova tangibile di questo, è che innanzitutto, non sta più suscitando perplessità sulla permanenza dei suoi assistiti ed in più ha anche espresso, recensioni positive sul nuovo progetto di Elliot.
Ovviamente, vista la lontananza dalla finestra di mercato ed i serrati impegni in calendario, da Via Aldo Rossi non stanno facendo trapelare nulla su questa affascinante ipotesi.

La fattibilità dell’operazione ha probabilità molte alte, perché Ibrahimovic, in passato non ha mai nascosto di essere stato ceduto dal Milan, a malincuore e che inoltre fosse, l’unico club dei suoi ex club, in cui tornerebbe ad occhi chiusi.
Inoltre lui e la sua famiglia, hanno più volte espresso la volontà di vivere a Milano.
A Gennaio, Ibra potrebbe liberarsi facilmente dal Los Angeles Galaxy, per poi firmare coi rossoneri un contratto di sei mesi.

La squadra di Gattuso, dal canto suo sarebbe lieta, di poter annoverare di nuovo il nativo di Malmö nellla sua rosa, sia dal punto di vista tecnico ma anche numerico, visti i soli Higuain e Cutrone, come punta centrale. Altra cosa da non sottovalutare è anche l’apporto che in un momento come questo, con tanti giovani e pochi leader, una figura carismatica come Zlatan da affiancare ai già presenti, Reina, Higuain e Biglia, darebbe all’interno dello spogliatoio.
Le uniche perplessità riguardano l’integrità e la condizione fisica dello svedese, lontano dal calcio che conta, dal 20 Aprile 2017, quando durante il quarto di finale di Europa League tra Manchester Utd e Anderlecht, subì la lesione del legamento crociato anteriore. Da quel momento è arrivata la parabola discendente di una carriera unica, senza quel problema Ibra visto anche le sue doti atletiche e fisiche, avrebbe potuto giocare ad alti livelli per altre tre/quattro stagioni ma vista la sua voglia ed il suo carattere, potrebbe stupire ancora stupire tutti.

Come andrà a finire questa storia?

Lo scopriremo solo col tempo, però una cosa è sicura. Ibra scalpita per tornare a riprendersi la sua corona, la Milano rossonera è pronta a riabbracciare  il suo re.
Tra le due parti, l’amore di certo, non è mai finito.

 

 

 

share on:

Leave a Response