Da otto anni i rossoneri non trionfano nel derby “fuori casa”

 

di STEFANO RAVAGLIA

 

Dopo la continuità di risultati e le buone critiche ricevute, nonostante la strada sia ancora lunga, il Milan è atteso dalla prima prova di maturità della stagione. Il derby di domenica sera darà molte indicazioni utili a Gattuso in vista del nuovo tour de force sino alla prossima sosta prevista per il week-end del 17 e 18 novembre. E soprattutto dirà di che spessore è fatto il suo Milan con un avversario di rango più elevato rispetto ai precedenti. C’è da sfatare un tabù: il Milan non vince il derby dal 31 gennaio 2016, se si parla di gare di campionato. Allora, con Mihajlovic in panchina, finì 3-0 per i rossoneri grazie ai gol di Niang, Bacca e Alex. Dopo il doppio 2-2 della stagione 2016-17, quando in casa dei nerazzurri il Milan agguantò il pareggio al settimo minuto di recupero con una rete di Zapata, la scorsa stagione l’Inter ha vinto per 3-2 l’andata e al ritorno è finita 0-0.

In generale, in casa dell’Inter il Milan non vince il derby dal 14 novembre 2010: era l’anno dello scudetto con Allegri in panchina e il giustiziere fu proprio Ibrahimovic, tornato a Milano sulla sponda opposta. Il suo calcio di rigore trasformato nel primo tempo resta l’ultimo successo rossonero in “trasferta”. Nel 2011-12, 4-2 per l’Inter nel giorno in cui la Juventus vince aritmeticamente il primo dei sette scudetti consecutivi; nel 2012-13 i gol di El Shaarawy e Schelotto fissano il punteggio sull’1-1; nel 2013-14 il gol di tacco di Palacio dà i tre punti all’Inter, mentre nel 2014-15 finisce 0-0. Prima del 3-0 citato prima, in favore del Milan, c’è un’altra sconfitta: Guarin decide il derby del settembre 2015 con un sinistro da fuori area. E’ ora che il pubblico rossonero torni a festeggiare e a ribadire la supremazia cittadina.

share on:

Leave a Response