Disastro Milan, quasi tutti sotto la sufficienza, si salvano solo Biglia e Cutrone

 

di ALESSANDRO DELL’APA

 

REINA 4,5: Sbaglia completamente i tempi dell’intervento sul traversone di Lo Celso, da cui scaturisce il vantaggio di Sanabria. Piazzato male anche sul gol del raddoppio.

CALABRIA 5: Non viene aiutato in fase di ripiegamento, ma questa non è attenuante, soffre esageratamente Junior Firpo e Lo Celso.

ZAPATA 4,5: Viene ridicolizzato da Lo Celso nella circostanza del primo gol ospite, non da mai sicurezza al reparto. Sbaglia passaggi elementari.

ROMAGNOLI 5: Si perde Sanabria nell’occasione della prima rete spagnola, in bambola come tutti i suoi compagni.

LAXALT 5: Per carità la voglia non gli manca, ma pasticcia troppo palla al piede e soprattutto non riesce a mettere un cross decente.

BAKAYOKO 4: Stecca ancora, lontano parente del giocatore tanto ammirato nel Monaco di Jardim, due stagioni fa.

dal 46′ SUSO 5: Subentra allo spento Bakayoko, sembra dover spaccare il mondo da un momento all’altro, ma tuttavia si perde nei suoi dribbling.

BIGLIA 6: Uno dei pochi a salvarsi, continua il suo momento positivo, tutto inutile.

dal 82’ BERTOLACCI 4: Gli bastano pochi minuti, per combinare disastri, non riesce ad appoggiare la palla nemmeno al compagno vicino, la colpa non è sua, ma di chi lo fa entrare.

BONAVENTURA 4,5: Non riesce mai a trovare la giocata giusta ne’ tanto meno i suoi soliti pericolosi inserimenti, nella ripresa viene messo al fianco di Biglia prima e Bertolacci poi, in un centrocampo a due ed ovviamente va ancor di più in difficoltà. Seconda prova incolore, seconda sconfitta rossonera, sarà un caso?

CASTILLEJO 5,5: Non perdesse la testa nel finale con quel fallaccio di frustrazione, sarebbe tra i salvabili: manda Higuain in porta nel primo tempo, centra un palo, serve l’assist a Cutrone e se ci fosse il Var, si procurerebbe anche un calcio di rigore.

HIGUAIN 4,5: Avrebbe l’occasione del pari ma davanti a Pau Lopez, invece di calciare, tenta di saltarlo e sciupa clamorosamente, da qui in poi s’innervosisce e combina ben poco.

BORINI 4: Lo si nota in campo solo per il nuovo look: i capelli biondo platino

dal 46′ CUTRONE 6,5: Subentra e timbra ancora il cartellino: l’ultimo a mollare, bisognerebbe chiedere spiegazioni al suo allenatore, per il poco minutaggio, nonostante gli togli sempre le castagne dal fuoco.

GATTUSO 4: Innanzitutto l’undici iniziale messo in campo è impresentabile, si ostina ancora a dare chance ai vari Zapata, Bertolacci e Borini, inoltre non si capisce il così poco utilizzo di Cutrone e soprattutto come gli sia venuto in mente di mettere Bonaventura nei due di centrocampo ad inizio ripresa. Per il resto i suoi uomini non l’aiutano, giocando una gara scialba. Totalmente in confusione.

share on:

Leave a Response