In sette giorni, il Milan cancella derby e tonfo casalingo in europa dimostrando una coesione di gruppo ed una sinergia d’intenti, fuori dal normale

 

di  ALESSANDRO DELL’APA

 

Sette giorni caratterizzati dalla conquista di nove punti, determinati per cambiare l’inerzia di una stagione e per ridare speranza ad un popolo che in questi anni, tra mancanza di risultati e problemi societari, è precipitato nella depressione più totale. Risposta giusta per far risalire la china di Rino Gattuso, uno che da giocatore ha inciso il suo nome a fuoco nella storia rossonera, non solo per le sue doti calcistiche ma soprattutto per il suo essere uomo vero. Dalla partita con la Samp in poi, la squadra sembra essersi unita nelle difficoltà, rispecchiando la tempra ed il carattere del proprio tecnico, risorgendo più volte dalle ceneri come l’araba fenice.

E’ segno del destino ma non tanto, che l’uomo simbolo di questa rinascita sia Romagnoli, il nuovo capitano eletto ad una unanimità dopo la cessione di Bonucci per premiare un gesto d’amore, fatto quest’estate in piena tempesta Lee. Le sue reti in piena zona Cesarini, rappresentano la totale sinergia di un gruppo, pronto ad aiutarsi ed a sputare sangue per la maglia: gli abbracci collettivi e la partecipazione dei meno impiegati, sono la testimonianza di ciò.

Si era tanto criticata la campagna acquisti estiva, ma ora i vari Bakayoko, Laxalt e Castillejo, man mano si stanno inserendo negli schemi, risultando pedine utili nello scacchiere milanista: il francese permette di creare una diga a centrocampo con Kessie grazie alla sua potenza ed alle sue lunghe leve, recupera tanti palloni e alza notevolmente il baricentro dell’intera squadra; il secondo sta affinando una buona intesa sulla corsia mancina con R.Rodriguez ;  lo spagnolo sta mostrando invece, lampi da fuoriclasse. Questo insegna, che non si deve mai giudicare in maniera precipitosa nessuno e bisogna dare tempo ai nuovi di adattarsi agli schemi.

Tutti questi buoni segnali, magari con l’aggiunta  di buone notizie dall’infermeria, si potrebbero creare le migliori condizioni per affrontare al meglio una settimana cruciale, contraddistinta dalla trasferta di Siviglia e dalla partita dell’anno con la Juventus.

 

share on:

Leave a Response