Higuain protagonista in negativo del match. Il Pipita sbaglia un rigore e si fa espellere nel finale

 

DI DOMENICO VARANO

Milan e Juventus si sono affrontati stasera a San Siro nel posticipo serale domenicale, match vinto dai bianconeri, che con un secco 2-0 targato Madzukic e Ronaldo, hanno espugnato lo Stadio Giuseppe Meazza. La partita della Juventus si è messa subito in discesa dopo pochi minuti, quando grazie a un cross di Alex Sandro, Mandzukic ha potuto battere Donnarumma da pochi metri sovrastando Ricardo Rodriguez. I rossoneri hanno provato a reagire prima con Higuain, poi con qualche scorribanda di Abate sulla corsia destra, senza però mai impensierire la retroguardia bianconera. La Juventus al minuto 25 e 32 ha provato a bucare la difesa del Milan, con degli uno due Dybala-Ronaldo che però non hanno impensierito la difesa. Il primo tiro del Milan è arrivato al minuto 33, un sinistro di Suso ben controllato dal portiere bianconero. Al minuto 34 prima ammonizione del match, con Benatia che entra duro. Quattro minuti dopo l’episodio clou del match: Suso lancia verso Higuain, che controlla a seguire in area di rigore, ma la palla viene fermata dalla mano di Benatia. L’arbitro concede il calcio di rigore ma non espelle per doppia ammonizione il centrale bianconero. Mazzoleni è irremovibile, si tratta solo di rigore. Higuain posiziona il pallone sul dischetto, calcia e colpisce il palo. Decisiva nell’occasione la deviazione del portiere della Juventus.

Al minuto 6 Ronaldo calcia di sinistro dai 25 metri, ma trova sulla traiettoria Zapata, che stramazza a terra. La Juventus spinge sulla fascia con Alex Sandro e prova a sfondare, ma il Milan si difende abbastanza bene. Gattuso capisce che Castillejo è troppo leggero e decide di gettare nella mischia Patrick Cutrone. Cinque minuti dopo il Milan imbastisce una ripartenza veloce con Kessie, che fa 60 metri di campo e scarica verso Higuain largo a sinistra. Il Pipita crossa ma la difesa della Juventus respinge.È il momento migliore per il Milan, che usa Higuain come attaccante per le sponde e chiama al tiro anche Rodriguez, ma la palla finisce lontana dai pali.

Nel finale la Juventus trova il gol sull’asse Cancelo-Ronaldo. Il terzino portoghese crossa, respinge Donnarumma che però non puó far niente sul tap in di Cristiano. Il finale è burrascoso, Higuain viene espulso ed esce arrabbiato e inveendo contro Mazzoleni. Nel finale la Juve sfiora ancora il gol con Cancelo, ma la partita termina. Allegri mantiene l’imbattibilità esterna, il Milan esce sconfitto, ma senza aver demeritato.

share on:

Leave a Response