Giancarlo Capelli, il Barone della Curva Sud in esclusiva a Milan Cafe 24

 

di ALESSANDRO DELL’APA

 

Bonucci al termine di Italia-Portogallo, ha effettuato dichiarazioni pesanti contro i tifosi del Milan, cosa ne pensi ?

“Penso che Bonucci abbia sbagliato prima e ancor di più Sabato sera, lui sa cosa ha detto a certi componenti della tifoseria rossonera. Si è esposto in una determinata maniera, poi si è comportato in modo completamente diverso”.

Dopo varie vicissitudini societarie, adesso al comando c’è Elliott. Come vedi la nuova dirigenza?

“Essendosi insediata da poco tempo, non posso giudicare l’operato della nuova società. Tuttavia sono fiducioso, in quanto vedo in essa gente competente e preparata,  Leonardo e Paolo Maldini in primis“.

Parte della tifoseria era contraria all’approdo di Leonardo, qual’è la tua attuale posizione sul dirigente brasiliano?

“Vero, abbiamo avuto degli screzi con lui visto il suo comportamento, ma non eravamo assolutamente contrari, anzi, adesso starà a lui farsi voler bene. Io sinceramente avrei voluto personaggi più potenti, ma siccome i manager di Elliott  hanno messo i soldi, le scelte sono loro e non si può discutere”.

Cosa ne pensi dell’operato di Gennaro Gattuso sulla panchina rossonera?

“Gennaro Gattuso è amatissimo dalla tifoseria, tuttavia essendo noi milanisti spazientiti dagli scarsi risultati delle ultime stagioni tendiamo ad amplificare tutto in negativo, visto quello che ha a disposizione sta facendo un bel lavoro. Ovviamente è giovane, deve migliorarsi però da il massimo, la colpa non è sua ma della pochezza dei giocatori a disposizione. Io lo dico sempre, a parte Higuain, i titolari attuali nel grande Milan del passato,  farebbero al massimo panchina”.

Come vedi la figura di Romagnoli  capitano?

“La vedo benissimo, in quanto assieme a Bonaventura è l’unico che potesse farlo. Le gerarchie dello scorso con Bonucci capitano e Biglia vice, sono state completamente errate”.

Qual’è la posizione attuale della tifoseria su Gigio Donnarumma?

“Donnarumma è un giovane, deve dimostrare tanto sia sul campo che fuori e soprattutto  manifestare di voler bene al Milan. Dispiace veder un 1999 di talento fischiato, ma avendo sbagliato in passato ha il dovere di recuperare con noi”.

Com’è la vita da Ultras?

“Nonostante tanti tartassamenti, è una vita veramente appagante.  Sono sempre in prima linea per i colori rossoneri anche ora a 70 anni, pensate che frequento lo stadio da quando ne ho 13. Continuo a farlo perchè mi piace stare a contatto coi giovani e confrontarmi con le nuove generazioni. Ringrazio i miei figli e mia moglie, per permettermi tutto ciò”.

Si ringrazia Giancarlo Capelli detto il Barone, per la sua cortese disponibilità

 

share on:

Leave a Response