Il fantasista brasiliano, questa sera collezionerà la sua quarta presenza con i rossoneri e la prima a San Siro..

di PIETRO ANDRIGO

In una prospettiva neanche così estrema si potrebbero trovare facili parallelismi tra i più rinomati teatri e i grandi stadi: luci, orde di pubblico e lo spettacolo sono solo alcune dei tratti comuni tra le arene del calcio e le arene teatrali.

I grandi artisti o i grandi ballerini chiamati al debutto possono reagire in maniera diversa: c’è chi si fa prendere dall’emozione e chi si esalta in certi frangenti. Questa sera Lucas Paquetà, nuovo innesto della crew rossonera farà la sua prima danza calcistica nella scala del calcio, lo Stadio San siro che ha ammirato negli anni gesta di grandi campioni. 

Il connubio tra il Milan e il Brasile è sempre stato molto proficuo: Altafini, Kakà, pato, Robinho e Ronaldinho sono solo alcune delle stelle verdeoro che hanno calcato il terreno di gioco del Meazza. Le aspettative intorno a Lucas sono alte e le sue grandi prestazioni nelle prime tre lo hanno confermato: fantasia, qualità e una grande dose di talento sono solo alcune delle caratteristiche messe in mostra in queste prime tre uscite lontano da San Siro.

Ritornando alla grande tradizione brasiliana dei rossoneri, alcuni dei nomi sopra citati come Pato hanno avuto la bravura e il privilegio di segnare al debutto. Chissà che non possa essere così anche per Lucas, al suo debutto nel massimo teatro calcistico milanese, alla ricerca della prima magia rossonera da mostrare al numeroso pubblico.

share on:

Leave a Response