Il numero 10 bianconero è spesso nominato per quanto riguarda la sua posizione di gioco. Incerta la sua presenza contro l’Atletico Madrid

 

di SARA PELLEGRINO

 

Il ruolo di Paulo Dybala nella Juventus è stato spesso messo in discussione. Arrivato dal Palermo, in cui giocava come unica punta centrale, nella squadra di Allegri è stato piazzato come seconda punta accanto a Mandzukic o Morata raggiungendo buoni risultati tra gol e assist. Quest’anno, anche a causa dell’arrivo di Cristiano Ronaldo, l’attaccante argentino è stato impiegato in diversi ruoli diventando un giocatore che agisce  ‘’a tutto campo’’ ed in prevalenza dietro le punte.

Nel match di ieri contro il Napoli, il giocatore è entrato negli ultimi minuti di gioco sostituendo Bernardeschi. Dopo qualche minuto dall’ingresso dell’argentino, si verifica un brutto intervento di Koulibaly su Dybala che non viene considerato tale dal direttore di gara Rocchi. Viene così evitata la seconda ammonizione per il senegalese.

Intanto ci si interroga se l’argentino sarà presente nell’importante sfida di ottavi di ritorno di Champions League contro l’Atletico Madrid in data 12 marzo. Sembra che il tecnico bianconero voglia puntare al modulo 4-3-3 con due esterni di attacco. Immancabili Ronaldo e Mandzukic, sulla fascia di destra favoriti Bernardeschi e Douglas Costa, nel caso in cui quest’ultimo dovesse recuperare totalmente dall’infortunio muscolare.

share on:

Leave a Response