Impresa epica dell’Ajax, eliminati con un poker da urlo al Bernabeu i tre volte campioni d’europa in carica. Agli Spurs basta il solito Kane

 

di ALESSANDRO DELL’APA

 

L’Ajax scrive una delle pagine più belle della storia contemporanea della Champions League, eliminando a domicilio il Real Madrid. Sovvertendo tutti i pronostici e ribaltando addirittura la sconfitta della Cruijff Arena. I ragazzini terribili di Ten Hag partono forte e si portano sul doppio vantaggio grazie alle reti di Zyech e Neres, serviti meravigliosamente da Tadic. Lo stesso serbo nella ripresa firma il tris  con una magia all’incrocio dei pali, Asensio accorcia le distanze, Schone fissa l’1-4 finale.

Gli Spagnoli abdicano agli ottavi di finale, dopo otto qualificazioni di fila ai quarti e tre vittorie consecutive della manifestazione concludendo così una settimana da incubo, cominciata con l’eliminazione della Coppa del Re, proseguita con la sconfitta nel clasico in Liga e finita ieri.

Nell’altra gara in programma sorride il Tottenham di Pochettino, corsaro al Signal Iduna Park con una rete di Kane. Abile a suggellare una qualificazione già ipotecata col 3-0 dell’andata, notte fonda invece  per Favre ed il Borussia Dortmund, mai in partita nella doppia sfida.

 

share on:

Leave a Response