I rossoneri lavorano sulla parte variabile dell’offerta da presentare ai giallorossi, ma hanno già pronte le alternative

Momento di stallo nella trattativa che potrebbe portare Alessio Romagnoli al Milan. L’offerta presentata due giorni fa dai rossoneri, pari a 25 milioni di euro, non è stata nemmeno presa in considerazione dalla Roma, suscitando nel club di Via Aldo Rossi quasi incredulità. Ma Galliani non vuole rinunciarci e – come riferito dall’edizione odierna di ‘Tuttosport‘ – studia delle alternative per i prossimi giorni.

ROMAGNOLI SÌ – Il Milan non ha intenzione di aumentare la parte fissa dell’offerta, 25 milioni vengono ritenuti adeguati al valore del giocatore. Si lavora quindi sui bonus da inserire nell’accordo, bonus legati a presenze non solo in rossonero, ma anche con la maglia azzurra, oltre che ai risultati del Milan. Con la parte variabile quindi, si potrebbe arrivare ai 30 milioni di euro richiesti dalla Roma.

ROMAGNOLI NO – C’è però anche la possibilità che il Milan abbandoni la pista Romagnoli, per concentrarsi sulle alternative. Scelta che potrebbe essere dettata dall’impossibilità di trattare con la Roma e dal prepotente inserimento dell’Arsenal. Le alternative per i rossonero, rispondono ai nomi di Stefan Savic e Nikola Maksimovic. Il 24enne centrale della Fiorentina direbbe sì ad un’eventuale chiamata del Milan, come confermato ai nostri microfoni dallo stesso agente del calciatore.

MC24  Caso Kondogbia: la "guerra dei fondi" dietro il mancato arrivo

@PepLandi

share on:

Leave a Response