Il Brasile vince 1-0 (con un rigore generoso), ma l’Italia chiude comunque in vetta al girone

Di GIUSEPPE LIVRAGHI

Una sconfitta indolore: l’Italia cede 0-1 alle brasiliane, chiudendo il girone a quota 6, a pari merito con lo stesso Brasile e l’Australia, ma in vetta per via della differenza reti (+5, contro il +3 delle australiane -seconde- e delle sudamericane -terze per il minor quantitativo di goal realizzati-).

Un’Italia attenta cede solamente per via di un calcio di rigore, generosamente concesso dalla direttrice di gara per un contrasto spalla contro spalla Linari-Debinha e freddamente trasformato dalla fuoriclasse verde-oro Marta (74′).

Una volta passate in svantaggio, le Azzurre non perdono la concentrazione, continuando a giocare il loro calcio: la sconfitta di misura, unita alla contemporanea vittoria per 4-1 dell’Australia sulla Giamaica, vale il primato nel raggruppamento e, con esso, un ottavo di finale più abbordabile.

Secondo posto, quindi, per le australiane (con Samatha Kerr autrice di tutte le quattro reti rifilate alle giamaicane), addirittura terzo per le brasiliane: ben pochi, alla vigilia della competizione, avrebbero lontanamente immaginato questa situazione di classifica.

Il prossimo impegno delle ragazze in azzurro sarà il 25 giugno (con inizio alle ore 18), a Montpellier, contro una delle migliori terze: Nigeria, Cina, Cile o (ipotesi assai remota) Thailandia.

 

 

share on:

Leave a Response