I rossoneri impattano contro il Lecce. Solo un pareggio per Pioli, peraltro all’esordio sulla panchina

DI D.V.

Il Milan sciupa una grande occasione di rilancio, e si fa soprattutto rimontare da un Lecce a cui é bastato inserire il solo Farias per mettere in difficoltà la retroguardia difensiva. Eppure Stefano Pioli l’aveva preparata bene, con un Milan aggressivo nei primi 30 minuti, e con numerose palle-gol sprecate. I rossoneri, spinti da un formidabile Theo Hernandez e da un Leao in versione Niang dei bei tempi, hanno dominato tutto il primo tempo, non riuscendo però a trovare il gol del 2-0. Un peccato mortale, che il Milan ha pagato nella ripresa.

Quando ai rossoneri si é spenta la luce, quando è iniziato a mancare l’ossigeno, si sono rivisti gli stessi errori dell’era Gattuso. Sicuramente é piaciuto il primo quarto d’ora, ma il Milan visto nella ripresa non deve più rivedersi. Per i rossoneri ora inizia un tour de force, nel quale gli scontri diretti metteranno a dura prova la squadra. Riuscirà Pioli a uscire indenne da una macchina che negli anni ha ammaccato diversi allenatori?

share on:

Leave a Response