Il Milan oggi dista 9 punti dalla zona Champions, 8 dall’Europa League. Servono due vittorie per provare la “remuntada”, magari con un Ibra in più nel motore

DI D.V.

Non poteva passare inosservata la seconda vittoria consecutiva del Milan, una vittoria che fa notizia, anche perché é arrivata dopo una grande prestazione della squadra di Pioli, trainata da Hernandez e Bonaventura, ma anche da Bennacer e Piatek, finalmente tornati a grandi livelli.

Al pistolero mancava il gol ed é arrivato, al Milan mancava Jack Bonaventura e ora c’é. La vittoria del Dall’Ara ci dice che il Milan é vivo, ma soprattutto che la classifica permette ancora di pensare a qualcosa di positivo. La zona Champions dista 9 punti, quella Europa League 8. Se il Milan riuscisse a totalizzare 4-6 punti nelle prossime due partite, probabilmente ricomincerebbe il turno dell’Epifania con 8-9 punti di distacco dalla zona calda.

I rossoneri, a quel punto, con un paio di innesti mirati, avrebbero metà campionato per provare una rimonta sulle due romane e l’Atalanta, 3 club che continuano a girare a mille. Tutto passa da Miano e Bergamo, due match chiave per provare a sognare. In fondo sognare non costa niente, perché non farlo?

share on:

Leave a Response