Sarri continua a sbagliare formazioni e spesso anche le dichiarazioni nel post partita. A Milano si é vista una Juve alle corde

DI REDAZIONE

Se c’é qualcuno che pensa che il Milan non possa passare il turno, lo dica ora o mai più. Noi crediamo che ci sia un 45% di possibilità, a patto che ci sia un direttore di gara attento, in forma e più dialogante. La Juventus é forte, ma é battibile. Se Valeri non avesse assegnato un rigore molto dubbio, la squadra di Sarri avrebbe ottenuto il secondo Ko in pochi giorni. É un pareggio amaro quello ottenuto dagli uomini di Pioli, un risultato negativo in ottica ritorno, ma non sul piano della crescita globale. Il Milan ora é squadra, gioca a calcio, se la gioca con chiunque. Non accadeva da tempo. L’Europa League é a un passo, la Champions passa automaticamente dagli scontri diretti. Roma, Lazio, non sono squadre imbattibili, e perfino l’Atalanta potrebbe avere qualche difficoltà nel finale di stagione. Bisogna crederci e accorciare di 4 o 5 punti il distacco nei prossimi 5 turni, sperando poi in un calo della Lazio e dei bergamaschi. Non sará facile, ma il calcio ci insegna che nulla é deciso fino all’ultimo.

La squadra vista ieri é piaciuta a molti, anche a chi da anni criticava il Milan. Gattuso portò il Milan a -1 dalla Champions, oggi Pioli potrebbe ripercorrere la stessa strada. É possibile, ma il Milan deve inanellare risultati positivi nelle prossime quattro o cinque uscite. Elliott ascolti Boban e Maldini, mancano solo due o tre innesti seri per rendere competitivo il Milan. Dopo anni di sberleffi e di assenza dai palcoscenici europei, é possibile rinascere, ma la società faccia uno sforzo e regali ai tifosi uomini di esperienza come Ibra. Ad averne di vecchietti come lui!

share on:

Leave a Response