Milan vittorioso contro un buon Torino. I rossoneri ora sono cinici ed equilibrati. Il merito é di Pioli. Ibra non segna ma diverte.

DI REDAZIONE

Milan e Torino si sfidano a San Siro in un inedito posticipo del lunedi sera. Pioli deve rinunciare a Calhanoglou e ripropone la coppia Rebic-Ibrahimovic dal primo minuto. Il Milan parte bene e giá dai primi minuti spinge forte sulla corsia di sinistra, con Rebic e Theo Hernandez a mettere in grossa difficoltà la difesa del Torino. Il Milan sta bene e ds una grande giocata di Castillejo ottiene il gol del vantaggio, con Rebic bravissimo a battere con un destro angolatissimo Sirigu. Il Milan ci prova ancora con un paio di percussioni di Hernandez, ma va comunque al riposo con un gol di vantaggio, quello prezioso di Ante Rebic.

I rossoneri iniziano la ripresa con un buon piglio, nei primi 15 minuti soffrono poco le azioni del Toro, con Romagnoli che chiude su tutti e controlla bene. Si fa male Kjaer (noie muscolari), Pioli chiama Musacchio che però si rifiuta di entrare per un dolore al polpaccio. Entra il giovane Gabbia che subito trova la posizione giusta e dá una grossa mano alla difesa, affiancato dal capitano comunque in grande giornata. Ibra sfiora il gol del 2-0, poi lo sfiora anche Castillejo, ma il risultato non cambia fino alla fine. Pioli esulta, il Milan sa vincere 1-0 e sa soffrire da vera squadra. E sabato per Pioli, c’é il ritorno a Firenze.

share on:

Leave a Response