La bella Nora Heroum ha rilasciato qualche dichiarazione della sua squadra. La ragazza è felice di indossare la maglia rossonera

 

di SARA PELLEGRINO

 

Le ragazze rossonere sono inarrestabili Dopo soli due anni dalla nascita del Milan femminile, nato nell’estate 208 come squadra ufficiale di quella maschile, le milaniste stanno conducendo un buon Campionato, così come lo scorso anno in cui si sono classificate al terzo posto. Nora Heroum, centrocampista del Milan femminile, ha voluto raccontare la sua giornata per Milan Tv. La ragazza finlandese ha cominciato a muovere i primi passi nel mondo del calcio all’età di soli 5 anni. Prima di approdare nel Milan femminile giocava nel Brescia, quest’ultima squadra da cui poi è nato l’Ac Milan femminile dopo averne acquisito il titolo sportivo riconosciuto dalla FGCI. Nora Heroum ama il suo lavoro ed è pronta ad affrontare la sfida ostica contro di domenica contro la Fiorentina, squadra che il Milan affronterà anche mercoledì 26/02 per la sfida di ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia.

 

 Com’è la giornata di Nora: ‘’Le mie giornate cominciano qui, al Vismara. Ci alleniamo quasi tutti i giorni. Ho iniziato a giocare a calcio a 5 anni insieme a mio fratello, quindi ho iniziato a giocare con i ragazzi e per 4-5 anni andavo sempre agli allenamenti di mio fratello. Lo guardavo giocare e volevo giocare anch’io e così tutto è iniziato. Dopo aver giocato con i ragazzi ho iniziato con le ragazze, in Finlandia. Dopo le superiori sono andata a giocare in Danimarca per due anni e mezzo e prima di andare a giocare al Brescia sono arrivata in Italia. Ho giocato una stagione a Brescia prima di giocare qui al Milan. Il primo allenamento, all’età di 5 o 6 anni, non ricordo esattamente. Però ricordo che volevo sempre giocare a calcio e avevo sempre un pallone con me. Non andavo da nessuna parte senza un pallone da calcio e ho sempre adorato questo sport. Giocare nel Milan è un sogno’’.

Sulla preparazione della prossima gara contro la Fiorentina: Appena abbiamo finito l’allenamento oggi abbiamo lavorato molto sulla tattica, lavorando di più sulla fase offensiva, mentre domani ci concentriamo sulla difensiva preparandoci per la prossima gara. Abbiamo diverse culture in squadra: le ragazze italiane stanno imparando l’inglese, frequentiamo dei corsi, le italiane studiano inglese una o due volte alla settimana, mentre noi studiamo l’italiano. In questa stagione ho giocato in diversi ruoli: terzino destro e sinistro, mediano, ala. La scorsa stagione con Carolina Morace giocava terzino destro ed era la prima volta che giocava in difesa: eravamo in ritiro e la coach dopo 2 giorni è venuto da me e mi ha detto che mi vedeva bene in difesa e io le ho risposto che avrei dovuto imparare perchè non ho mai giocato da terzino destro. Questa stagione sto giocando più avanzata a centrocampo, che è il mio ruolo naturale, ma mi piace anche giocare in difesa. Il primo gol rossonero, con Florentia, dicevano che non è proprio mio perché c’è stata la deviazione di un difensore, ma è stato il mio primo gol, anche se ufficialmente hanno dato autogol, mi ricordo che ho fatto un dribbling ho visto il portiere fuori dai pali, ho provato a tirare e palla è entrata, poi abbiamo vinto 1-0’’.

share on:

Leave a Response