L’ultimo pallone d’oro rossonero

DI MATTEO ANOBILE

Era l’anno di grazia 2006/07 e Kakà nel dicembre del 2007 sollevo davanti al pubblicò di San Siro il pallone d’oro. 49 presenze e 18 reti, molti delle quali decisive per la conquista della Champions. Memorabile la fuga per la vittoria in Milan-Celtic 1-0, le due perle dell’ Old Trafford e il gol nella partita perfetta, nel secondo atto a Milano contro il Manchester. L’extraterrestre sceso a Milano nel 2003 aveva conquistato il mondo, con le sue accelerazioni dirompenti e la naturalezza con cui saltava l’uomo. Dopo di lui è iniziata l’egemoniaCR7-Messi. L’argentino è in vantaggio: 7-5, con in mezzo Modric nel 2018, che attaccante però non è. Questo sta a testimoniare che, dopo questi due marziani, c’è ancora Ricardino.  Questo fa salire il rammarico, di quanto di quel Milan, ci sia rimasto solo il nome, ma l’ultimo grande brasiliano ha vestito i colori rossoneri.

share on:

Leave a Response