Il mercato rossonero è congelato -nonostante l’arrivo di un caldo anticiclone sulla penisola italiana- in attesa di capire se e quando il campionato ripartirà. Il coronavirus ha bloccato gli agenti FIFA e i direttori sportivi che non sanno oggi se i contratti dei giocatori subiranno a giugno delle proroghe. In questo difficile quadro economico mondiale poi, bisogna capire di quanto scenderà in media il valore dei cartellini.

Il fondo Elliott -che è il proprietario del Milan- è anch’esso sensibile alla grande volatilità e ai ribassi delle borse internazionali. Una cosa è sicura: il Diavolo farà un paio di colpi con giocatori di livello (come da riscontri con nostre fonti di operatori di calciomercato), ma ancora è tutto troppo fumoso per capire quale sarà l’arrosto che verrà servito ai tifosi milanisti…

share on:

Leave a Response