Potrebbe indossare la maglia rossonera nella stagione 20/21, il Napoli potrebbe cederlo….

DI MATTEO ANOBILE

Il Milan 20/21 è un cantiere  tutto in divenire, non si sa ancora chi sarà la guida tecnica e di conseguenza anche il mercato è in fermento. Si fanno tanti nomi, uno di questi è Arcadiusz Milik, centravanti del Napoli classe 94, nazionale polacco, parrebbe che ai piedi del Vesuvio non sia più essenziale. Le voci di mercato lo hanno accostato al diavolo, il suo valore di mercato è di 40 milioni, ma ha il contratto in scadenza nel 2021 il che potrebbe far scendere il prezzo. Analizziamo brevemente i pro e contro dell’operazione.

Punti a favore: parliamo di un calciatore con esperienza europea: 40 presenze  con 16 reti nelle coppe, ha indossato le maglie di: Bayern Leverkusen,Ajax e Napoli. Può ricoprire diversi ruoli in attacco, la prima o la seconda punta,  all’occorrenza anche l’ala. Inoltre è abile nei colpi di testa essendo alto, questo sarebbe  un aiuto alla squadra in fase di ripiego.

Punti a sfavore: Ha la stigma del giocatore fragile, purtroppo i due infortuni ai legamenti crociati di entrambi gli arti ne hanno minato l’integrità fisica. Creando  nei tifosi piu’ di qualche perplessità, anche se c’è un precedente che potrebbe far ben sperare. Nel 1987, quando Sacchi voleva Ancelotti, vinse le titubanze presidenziali, il quale non si fidava in quanto sosteneva che avesse le ginocchia fragili. Arrigo lungimirante quale era, disse: “presidente l’importante che il cervello sia integro!!!”. Se Milik fosse il prescelto, speriamo si possa ripetere il precedente di 33 anni fa!

 

share on:

Leave a Response