Milan prendi Cavani e tieni Ibra

DI MATTEO ANOBILE

Dalle colonne della “Rosea” è intervenuto, Jean Pierre Papin bomber francese degli anni 90. Ha militato in rossonero dal 92 al 94, proprio i uno dei periodi di maggior splendore del diavolo. 40 presenze e 18 reti con la maglia del Milan in A. Durante l’intervista, fra le righe traspare, un uomo mite, persona sensibile ai problemi sociali, infatti il suo monito finale, è stato: “fermate il calcio, per rispetto ai morti!”.Nel mezzo dell’intervista ha palesato il suo amore per i colori rossoneri, rimpiangendo il suo addio precoce dell’estate 94. L’essere arrivato per giocare con Van Basten, ma con il cigno nella stagione 92/93 ci ha giocato solo 10 volte, compresa la sconfitta di Monaco in finale con il Marsiglia. Il suo sfondo di What’s App è una foto con la Champions del 1994 proprio con Van Basten, anche se entrambi non giocarono la finale. Ha dispensato anche consigli per gli acquisti, facendo un nome: Edison Cavani, sebbene abbia i suoi anni, lo reputa un centravanti perfetto in quanto gioca a 360°. Due parole, le ha spese anche per Ibra, definendolo un leader per la squadra. JPP ha già trovato la coppia d’attacco in un probabile 4-4-2, Ibra e Cavani…parola di Papin

share on:

Leave a Response