Ibrahimovic è rientrato in Italia e dovrà osservare 14 giorni di quarantena isolata da tutti e resterà a Milanello per tutto il tempo

di G.V.

Ibra is back part two, verrebbe da dire, perché l’attaccante Svedese è rientrato a Milano dopo due mesi di assenza, passando dalla normale Stoccolma priva di Lockdown e restrizioni, al rigore Italiano che impone mascherine e guanti per circolare in caso di spostamenti.

Zlatan come tutti, dovrà attenersi al decreto in vigore ed effettuare una quarantena obbligatoria per 14 giorni, ma al contrario dei compagni di squadra, che hanno trascorso il lockdown nelle loro abitazioni, lui resterà per l’intero periodo a Milanello.

Il Milan ha organizzato l’isolamento di Ibra nel proprio centro sportivo , così da permettergli di allenarsi quando non lo faranno i compagni in uno dei sei campi a disposizione, per poi restare nella propria stanza quando ci sarà il rischio di avere contatti esterni.

Ibra avrà contatti solo con il medico del club, che ha già provveduto ad eseguire i test di rito necessari, mentre con le cucine di Milanello chiuse, gli verrà fornito cibo da asporto direttamente da fuori, quindi sarà una sorta di guardiano della struttura prima di potersi aggregare agli altri, che per il 18 maggio contano di potersi allenare in gruppo.

share on:

Leave a Response