DI: FRANCESCO QUATTRONE

In un momento di difficoltà il Milan si è aggrappato al treno Theo Hernandez. L’arrivo del terzino francese ha riacceso la fiammella che si stava sgretolando, e dato segnali per un Milan caparbio, frizzante e produttivo.

Questo, purtroppo, non è bastato a dare tutta quella vitalità e sprint per ribaltare la situazione. Però, ha lasciato qualcosa: una via stretta, sottile su cui bisognerebe ripartire. Non a caso è stato il migliore giocatore rossonero, sia in chiave di rendimento ma soprattutto di fame e voglia di sacrificarsi per il bene collettivo. Evidentemente, proprio il mattoncino che è mancato al gruppo al fine di raggiungere traguardi positivi e dare una struttura solida.

L’ottimo contributo dato da Theo Hernandez è servito a poco, se facessimo un paragone con la costruzione di una casa non basterebbe un solo mattone ma i vari componimenti. Ecco questo deve fare il Milan, partire da lui.

share on:

Leave a Response