Milan-Lazio composta da 11 doppi ex…

DI MATTEO ANOBILE

Dopo Milan-Juve è il turno di Milan-Lazio e qui ci sono tanti giocatori che hanno vestito entrambe le maglie. Il modulo sarà un classico 4-4-2.
In porta: VALERIO FIORI,sette anni alla Lazio che lo ha cresciuto e lanciato in A. Poi nove anni in rossonero come terzo portiere. Terzino destro MAURO TASSOTTI,lanciato dagli aquilotti, dal 1980 è diventato una bandiera del Milan. GIUSEPPE FAVALLI, centrale di difesa, al Milan dal 2006 al 2010, protagonista per affidabilità e professionalità, con la Lazio, dal 1992 al 2004 è il giocatore con piu’ presenze. A far coppia con Favalli, ALESSANDRO NESTA, bandiera ed ex capitano biancoceleste nello scudetto del 2000. Dal 2002 al 2012 al Milan, centrale in coppia con Maldini. Ha vinto tantissimo, dimostrandosi un fuoriclasse, dentro il campo e fuori. Il terzino è PIPPO PANCARO, con Eriksson è stato un suo fedele scudiero. . A Milano solo due annate, dal 2003 al 2005, nell’anno dello scudetto del 2004 è stato un trattore sulla fascia di sinistra. A centrocampo sempre a quattro: a destra, DIEGO FUSER, con i rossoneri due annate 89-90 e 91-92, sebbene da riserva ha vinto di tutto. Con l’aquila è stato una bandiera (dal 1992-1998) e capitano. Anche se i tifosi della Lazio non gli perdonano il suo tradimento per il passaggio sull’altra sponda del Tevere. In mezzo al campo: DEMETRIO ALBERTINI, metronomo dei rossoneri dal 91 al 2002, alla Lazio nel 2003-04. Affianco a lui, GIOVANNI STROPPA, giocatore molto talentuoso, ma in quel Milan era davvero difficile affermarsi, per l’elevato numero di concorrenza. A Roma è stato protagonista in una “Lazietta”. A sinistra PAOLO DI CANIO, simbolo (a volte) eccessivo della lazialità. Ma i numeri li ha sempre avuti, talento sopraffino, ma la disciplina spesso lo ha tradito. Con il diavolo, riserva di Baggio e Savicevic nello scudetto del 96. Davanti: HERNAN CRESPO, arrivato a Formello nel 2000 vince la Supercoppa Italiana e una classifica marcatori. Nel 2004 arriva a Milanello e sebbene stia solo un’annata, segna una doppietta nella finale di Istanbul. Purtroppo la sua avventura con i colori giusti è durata solo un’annata. Assieme a Valdanito, BOBO VIERI. Vince una Coppa delle Coppe nel 99 con i capitolini, ma perde uno scudetto (fortunatamente ) nello stesso anno. Dopo sei anni di Inter nel 2005 sbarca al Milan, ma in rossonero vi resta solo sei mesi, segnando un solo gol. L’allenatore è ALBERTO ZACCHERONI, condottiero dello scudetto del centenario rossonero. A Roma, resta solo un’annata (2001-02) ma è protagonista del 5 maggio.
Ricapitolando la formazione: Fiori,Tassotti,Favalli,Nesta,Pancaro,Fuser,Albertini,Stroppa,Di Canio,Crespo,Vieri. All. Zaccheroni

share on:

Leave a Response