Dopo tre stagioni, il laterale svizzero si trasferisce da Giampaolo al Toro

DI MATTEO ANOBILE

Arrivato in rossonero nell’estate del 2017, fu il primo acquisto dell’era cinese. Quella delle cose formali, targata: Fassone e Mirabelli. Arrivò al posto di De Sciglio promesso sposo alla Juve, i rossoneri lo prelevarono dal Wolfsburg. Quindici milioni di euro, tanto sborsarono i rossoneri per Ricardo Rodriguez. Se in nazionale, il rendimento è sempre costante, al Milan non ha dato quanto ci si aspettasse. Pochi acuti, due assist degni di nota, entrambi a San Siro, nella stagione 2018/19. Entrambe le partite vinte per 2-1. Alla seconda giornata un pallone da spingere in rete per Kessie contro la Roma. Alla 13° giornata, contro il Parma il destinatario fu Cutrone, per il gol del momentaneo pareggio. Per il resto atteggiamento molto scolastico, professionista comunque serio ed esemplare, la corsia mancina del diavolo parrebbe aver trovato il suo padrone, Theo Hernandez. Così Rodriguez, prima è emigrato in Olanda al Psv, esperienza non giudicabile, poichè il Covid ha bloccato tutto. Ora all’ombra della Mole (sponda granata) dovrà dimostrare (probabilmente lo farà) tutto il suo valore, in bocca al lupo Ricardo!!

share on:

Leave a Response