La squadra di Mihajlovic si prepara per il match contro l’Inter. Che sia a Milano o a Shenzhen poco cambia, il derby è sempre il derby

È già derby tra Milan e Inter e siamo solo a fine luglio. Aria di derby si respirava anche nel mercato, ci ha pensato Kondogbia a infiammare la rivalità, affare sfumato anzi soffiato dai cugini quando sembrava già tutto fatto. Acqua passata ormai, gli acquisti di Bacca e Luiz Adriano hanno fatto subito dimenticare il due di picche ricevuto dal giocatore centrafricano naturalizzato francese. Vietato parlare, però, di pace fatta: quando due squadre si dividono una città la rivalità è sempre tanta. Ognuno guarda in casa dell’altro, anche perché gli obiettivi sono gli stessi: tornare nell’Europa che conta. Una sfida a distanza quindi, chi compra di più e soprattutto meglio: Murillo, Montoya, Miranda e Kondogbia per l’Inter, Bacca, Adriano, Bertolacci e Mauri per il Milan e si continuano a inseguire anche altri giocatori per rendere la propria rosa al massimo competitiva.

Ma derby è anche sul campo, la tournée cinese ha infatti come protagonisti le due milanesi e il Real Madrid. Milan e Inter si incontreranno sabato 25 luglio a Shenzhen, per il primo derby della stagione. Che si tratti di una semplice amichevole, che sia lontana 11.000 km da San Siro poco importa, Milan-Inter è sempre una partita di grande fascino, e soprattutto molto sentita non solo dalle due squadre ma anche dai tifosi. “Vietato fare figuracce” il diktat di Mihajlovic, che alla prima contro la sua ex squadra non vuole sbagliare. L’Inter però arriva in una stato di forma migliore e Mancini metterà sicuramente in campo una formazione più credibile, o almeno molto simile a quella che esordirà il 23 agosto a San Siro. Il tecnico jesino ha a disposizione una squadra consolidata visto che i neo acquisti si allenano insieme da più tempo, difficilmente invece scenderanno in campo contro l’Inter Bacca e Adriano, arrivati a Milanello da pochi giorni. Mihajlovic sta infatti sfruttando la tournée estiva per poter finalmente lavorare con la rosa al completo.

MC24  Milan, 18 milioni più 2 bonus per Romagnoli: 'no' della Roma

Botta e risposta all’insegna del fair play sui social, ma in campo se ne vedranno delle belle: nessuno vuole perdere. In passato la Cina ha portato bene ai rossoneri, le due squadre nel 2011 si sfidarono a Pechino per la Supercoppa italiana, trofeo vinto dai rossoneri per 2-1. Tra i marcatori del Milan figurava anche Zlatan Ibrahimovic. In Cina quindi, sognando sempre lui, Zlatan, a cui ci si augura di affidare l’attacco nel primo vero derby della stagione.

@FedericaDB22

share on:

Leave a Response