Hauge è una grande sorpresa per la squadra. Il ragazzo si è inserito alla grande ed ora punta ad imparare l’italiano

Di SARA PELLEGRINO

Il giovane Jens Petter Hauge è approdato da pochissimo tempo nella squadra rossonera ed è già una grande rivelazione. Nato e cresciuto a Bodo, si è formato professionale nella squadra di questa città norvegese; non solo nelle giovanili, ma anche in prima squadra da cui Paolo Maldini lo ha prelevato per 5 milioni di euro. Classe 1999 ma tanta, tanta, tanta grinta ed un immenso fiuto di gol.

I SUOI NUMERI PARLANO CHIARO
22 Ottobre – Milan vs Celtic a Glasgow 3 -1
22 Novembre – Napoli vs Milan 1 – 3
3 Dicembre – Milan vs Celtic 4 – 2

In ognuno di questi match il norvegese è riuscito a segnare un gol. Non solo, nell’ultimo match di Europa League ha anche fornito l’assist vincente a Brahim Diaz. Intanto il ragazzo si sta concentrando molto a studiare la lingua italiana e vuole fare di tutto per conquistare un posto da titolare. Domani partirà dalla panchina.

Sul suo canale YouTube, Carlo Pellegatti«Negli ultimi 20 anni, non ricordo un giocatore come Hauge nel Milan. È un giocatore moderno, fa tutta la fascia, ha grande spirito di sacrificio. Un giocatore che assomiglia a Son Heung Min del Tottenham: è un paragone importante perché ritengo Son uno dei migliori giocatori sul panorama europeo. Hauge potrebbe arrivare a toccare i vertici toccati dal coreano».

share on:

Leave a Response