Il tribunale di Bruxelles ha decretato il rifiuto del ricorso contro il divieto per investitori privati di avere proprietà sui cartellini dei giocatori

Dopo la decisione di Berlusconi di rompere l’asse tra Galliani e Nelio Lucas, uomo della Doyen, quest’ultima ha ricevuto un altro brutto colpo. Come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’, l’advisor tecnico di Mr. Bee deve prendere atto del divieto di avere diritti di proprietà sui cartellini dei giocatori, per gli investitori privati; in poche parole solo le società potranno essere i proprietari dei giocatori. La Fifa è soddisfatta della decisione presa dal tribunale di Bruxelles, mentre la Doyen non è dello stesso parere e ha diffuso un comunicato subito dopo aver appreso la notizia:”Doyen Sports ha intrapreso ulteriori azioni legali per ribaltare la circolare Fifa 1464, in quanto è convinta della validità delle proprie argomentazioni. Presenteremo appello contro questa decisione”.

Andrea Licenziato

MC24  Reggio Emilia, presentato il Trofeo Tim
share on:

Leave a Response