Zaccheroni ha parlato del sorprendente scudetto del ’99, arrivato dopo un 10° e un 11° posto.

Alberto Zaccheroni, ex allenatore rossonero, è intervenuto ai microfoni di Milan Channel: “Ancora oggi molti dei miei amici mi chiedono come facemmo a vincere lo Scudetto del ’98-99 dopo un 10° e un 11° posto. Io credo per il semplice fatto che arrivai nel posto giusto al momento giusto, e subimmo pochi infortuni. Quando arrivai chiesi a Galliani cosa avevano pianificato, lui chiamò Gandini che mi porto un foglio A4 completamente bianco. Non avevano pianificato nulla e disse: “Aiutarci a tornare in Coppa perché non ce ne sta andando una per il verso giusto”. Al tempo non c’erano grandi nomi sul mercato, solo Boksic, ma conoscendo le sue condizioni fisiche dissi a Galliani che non mi interessava, e così strappò un accordo già fatto. Poi arrivarono Bierhoff ed Helveg dall’Udinese, voluti da Capello. La base quindi rimase quella delle due annate negative”.

@PepLandi

share on:

Leave a Response