Lunedì chiude il calciomercato e il Milan è ancora alla ricerca del centrocampista da regalare al suo allenatore.

Sono gli ultimi giorni di mercato, quelli del condor Adriano Galliani, quei giorni in cui può tirare fuori dal cilindro l’ennesimo colpo capace di infiammare la piazza. L’a.d. rossonero ci ha spesso abituato ad acquisti fuori da ogni ottica di mercato, da far impazzire i tifosi. L’obiettivo, dopo l’arrivo di Mario Balotelli, è dichiarato: serve un centrocampista. Ma chi prendere? Chi si sposa al meglio con il gioco di Sinisa Mihajlovic? I giocatori in lista sono tanti: Soriano, Witsel, Illaramendi, Gundogan, ma chi prendere? Sono giocatori molto diversi tra di loro, tutti molto forti ma anche difficili da prendere.

PISTA BLANCOS – Il meno adatto alle richieste del mister è Illarramendi, un mediano puro non capace di impostare e che raramente si inserisce nella trequarti avversaria. In quel ruolo c’è già Nigel De Jong, e certamente Illarramendi pur potendo portare qualità e quantità non è il giocatore con le caratteristiche richieste.

IL SOGNO – Gundogan più che un obiettivo vero e proprio è un sogno, uno di quei sogni di fine estate che sembrano destinati a rimanere però tali. Il prezzo è proibitivo, il giocatore è centrale nel progetto del Borussia Dortmund, che sta viaggiando con una media punti mostruosa finora, perciò il suo acquisto non sembra essere, per ora, più che una semplice idea.

MC24  Milan, spesi 83 milioni sul mercato

IPOTESI CONCRETA – Witsel continua a restare un obiettivo vero, è stato a lungo corteggiato da Adriano Galliani e tutt’ora i contatti tra le parti continuano. Il prezzo è alto, altissimo, e lo Zenit non sembra intenzionato a fare sconti. Il giocatore ha rifiutato il rinnovo contrattuale e l’agente continua a spingere per un approdo a Milano. Il giocatore sarebbe perfetto per giocare da mezz’ala e da trequartista, portando qualità e fantasia.

L’ALTERNATIVA – Infine resta Soriano, centrocampista della Sampdoria già allenato da Mihajlovic lo scorso anno. La trattativa sembra essersi raffreddata, ma i contatti continuano. Il Milan è disposto a pagare 10 milioni, la Samp ne vuole 15. E’ sicuramente adatto al gioco del Milan, mezz’ala con licenza di offendere, sarebbe perfetto e accontenterebbe le richieste dell’allenatore, ma vale la pena spendere 15 milioni per lui?

Restano ancora 7 giorni e poi si potranno tirare le somme, non ci resta che attendere fiduciosi e sperare in un’altra magia del Condor, alla ricerca della sua prossima preda.

Pasquale Conte

share on:

Leave a Response