L’ex attaccante rossonero è stato intervistato nell’inserto de ‘La Gazzetta dello Sport’ Milano&Lombardia, parlando di Milan e Balotelli.

Filippo Maniero ha commentato così il ritorno di Balotelli in Italia e a Milano: “Si stava bene quando Mario era all’estero perché se ne parlava meno. Come giocatore non ha bisogno di presentazioni, ma nel calcio professionistico c’è un aspetto comportamentale e di educazione che non può essere sottovalutato. Spero di sbagliarmi, ma all’epoca mia al Milan certe cose non erano mai tollerate”. E aggiunge poi: “Mihajlovic? Lo conosco, ha la personalità giusta per tenere a bada un purosangue come lui. Sarà Mario a dover cercare di resettare tutto e fare l’uomo di calcio. Così potrà dimostrare le proprie qualità e lasciarsi solo giudicare per quello che fa in campo, senza che la gente lo guardi eternamente con un occhio di sospetto”. 

Pasquale Conte

MC24  Milan, incontro tra giocatori-staff e AIA a Milanello
share on:

Leave a Response