Ci sarebbero tutte le premesse per chiudere il trasferimento nella finestra invernale di mercato. Nuove disponibilità economiche del Milan, la volontà del giocatore e la crisi di risultati dello Zenit.

Witsel-Milan, un matrimonio soltanto posticipato di qualche mese? Certamente le parole del centrocampista belga, rilasciate ieri al Mirror hanno fatto rumore, il giocatore avrebbe voluto infatti lasciare lo Zenit già in estate. A gennaio però, il Milan potrebbe fare un nuovo tentativo, quando avrà a disposizione anche i soldi di Bee Taechaubol, in arrivo l’11 settembre in Italia per chiudere l’operazione di acquisto del 48% del club di via Aldo Rossi.

Come riferito stamane da Tuttosport, possibile che il Milan non abbia inserito l’obbligo di riscatto chiesto dai russi per volontà di Fininvest di non investire altri soldi dopo aver speso già ben 86 milioni di euro. L’immissione dei 480 milioni di Mr. Bee nelle casse della holding della famiglia Berlusconi, dovrebbe quindi dare nuova linfa al mercato invernale dei rossoneri, che potranno quindi tornare all’assalto di Witsel. Un affare che potrebbe essere facilitato dalla crisi di risultati dei russi, con la panchina di Villas-Boas sempre più traballante.

@PepLandi

MC24  Esclusiva Serafini: Napoli? Al Milan serve il secondo tempo del derby
share on:

Leave a Response