La stagione è appena iniziata, ma il derby della Madonnina in programma domenica sera sembra essere già uno spartiacque per la stagione del Milan.

Troppo presto per definire Inter-Milan come partita fondamentale per il proseguo della stagione rossonera? Forse. Ma analizziamo meglio i motivi per cui questo match può essere il vero inizio della nuova stagione del Milan o la macchia che ne compromette il continuo.

INIZIO NON AL TOP — Le prime uscite stagionali del Milan sono state senza dubbio molto deludenti, non tanto sul piano dei risultati, quanto su quelli del gioco. Come già detto e ridetto, al Milan di Mihajlovic manca qualcosa, manca una scintilla, uno shock. Soprattutto nella partita contro l’Empoli, esordio stagionale a San Siro in campionato per i rossoneri, è parsa evidente la mancanza di idee in mezzo al campo, e da qui ne è derivato il malcontento dei tifosi, che dopo due partite sembrano già rivedere i fantasmi della stagione passata. Una partita come il derby, in caso di vittoria, potrebbe rialzare il morale dei giocatori, dell’allenatore e, soprattutto, dei tifosi.

SCISSIONI INTERNE — Secondo quanto riferito dalle principali testate giornalistiche, mister Mihajlovic non sarebbe soddisfatto di alcuni suoi giocatori, e alcuni giocatori non sono soddisfatti del suo mister. Un’ennesima sconfitta, la seconda in tre giornate, e soprattutto in una partita delicata come il derby, che ripercussioni avrebbe all’interno dello spogliatoio? Certamente si potrebbe già parlare di mini-crisi, i giocatori potrebbero abbandonare il proprio allenatore, la scissione all’interno dello spogliatoio, che per ora è solo una lontana minaccia, potrebbe diventare qualcosa di più concreto, una possibile rovina per la stagione del Milan, perché, si sa, la fiducia tra allenatore e giocatori è fondamentale per una stagione vincente.

MC24  Torino, Cairo: "Berlusconi? Io motivatore come lui, ma ora parlo meno alla squadra"

OCCASIONE IMPORTANTE — Il derby è un’occasione importante per quei calciatori che, fino ad oggi, non hanno ancora la piena fiducia da parte del tifo rossonero. Ad oggi possiamo dirlo, le uniche vere certezze del popolo milanista sono Bacca, Luiz Adriano, De Jong e Diego Lopez. E gli altri? Il derby può, e deve essere la rinascita di quei giocatori che hanno ancora molto da dimostrare. Ad esempio Bertolacci, che nelle prime uscite del Milan ha deluso, e parecchio, forse quei 20 milioni spesi per lui pesano troppo; Kucka, arrivato in punta di piedi, l’occasione degli ultimi giorni di mercato non troppo gradita dai tifosi; Balotelli, tornato in Italia in cerca di gloria e che entrando a partita in corso può dimostrare di essere ancora SuperMario, De Sciglio, Honda, e tutti quei giocatori che hanno bisogno di una scossa.

SHOCK NECESSARIO — Il Milan ha bisogno di uno shock. Prendiamo questa affermazione dal giornalista Flavio Tranquillo, che si occupa principalmente di basket e che ha associato questa frase all’Italbasket che sta giocando gli europei in Germania. Può essere utilizzata anche per il Milan. Questa squadra ha bisogno di uno shock, di un qualcosa che cambi la stagione, che non deve essere necessariamente una vittoria, può essere anche una sconfitta, una rimonta, un rigore sbagliato all’ultimo, un qualsivoglia episodio che faccia capire ai giocatori che stanno giocando per il Milan, che devono dimostrare ciò che valgono e che la stagione, con la forza di volontà, può diventare davvero importante. Il derby è la partita perfetta per trovare questa scintilla.

Pasquale Conte

share on:

Leave a Response