Il Milan è atteso da due mesi di fuoco, 60 giorni in cui si deciderà il futuro del club rossonero.

Da una parte c’è attesa per capire quali saranno i nuovi proprietari del Diavolo, con la vicenda closing ancora lontana dal suo epilogo; dall’altra, il campo dirà se la squadra di Montella tornerà finalmente in Europa, seppur nella sua competizione minore. Se il primo aspetto non dipende certo dai risultati sul campo, il secondo è strettamente collegati ai punti che il Milan saprà conquistare nelle dieci partite rimanenti da qui al termine del torneo.

Andiamo dunque a dare un’occhiata all’infermeria rossonera in vista dello sprint finale. Abate ha concluso avanti tempo la stagione per un trauma contusivo all’occhio. Stesso destino per Bonaventura, ko per una lesione all’addutore patita nel match contro l’Udinese dello scorso gennaio. La new entry in infermeria è Gustavo Gomez, che ha lasciato il ritiro della sua Nazionale, il Paraguay, per un problema muscolare: ancora sconosciuta l’entità dell’infortunio. A centrocampo Montolivo ha ripreso ad allenarsi in gruppo ma il suo rientro è ancora lontano, tanto che le previsioni più ottimiste parlano di diverse settimane. Bertolacci è finito ko al 1′ di Milan-Genoa a causa di un risentimento al quadricipite: Montella spera di recuperarlo dopo la sosta anche se il condizionale è d’obbligo. Infine veniamo a Suso e Bacca: il primo ha una lesione al bicipite femorale e potrebbe rientrare in tempo per il derby con l’Inter, mentre il secondo è incappato in un problema muscolare ma dovrebbe rientrare per il match contro il Pescara.

MC24  Milan, i 10 comandamenti riscritti da Mihajlovic

Per il rush finale il Milan spera di poter schierare tutti i suoi uomini chiave. Infortuni permettendo.

Giuliani Federico – Twitter: @Fede0fede

share on:

Leave a Response