Proviamo a fare un esercizio di stile, un paradosso: tentiamo di paragonare l’operazione Closing Milan all’acquisto di una fuoriserie di seconda mano, seguendo le notizie che trapelano sui media in queste ultime ore

E’ agosto, e all’interno di una bella concessionaria con l’aria condizionata alzata al massimo, nel salone sta passeggiando un commerciante dell’Est. L’uomo si ferma curioso davanti a una splendida Porsche usata: sul parabrezza il suo prezzo è fissato a 74 mila euro. Ed è lì ferma in vendita da 3 anni.

Egli chiama un venditore e chiede informazioni sul mezzo. Gli viene spiegato che è un pezzo unico, che è tenuta benissimo, un bolide di grande fascino. E che oltre ai 74 mila euro per acquistarla bisognerà anche pagare bollo, assicurazione e tagliando per quest’anno e impegnarsi pure per i prossimi 2. Dei 74 mila euro, 52 mila andranno al proprietario e altri 22 mila serviranno allo stesso per rimborsare la finanziaria che gli aveva fornito un prestito finalizzato.

Il commerciante dell’est accetta: firma il contratto e lascia un assegno da 1500 euro. A settembre ne versa un altro da 8500 euro. Poi in autunno effettua un altro pagamento da 10 mila euro. Per un totale di 20 mila euro alla concessionaria. Arrivato a dicembre però, scadenza per saldare il tutto da stipula e per portare via la Porsche, egli è costretto a rinviare per problemi finanziari/burocratici.

MC24  Milan, Galliani: "Per Witsel ci abbiamo provato fino alla fine, si sapeva sarebbe finita così"

Al termine della proroga che gli viene concessa sino a marzo dell’anno successivo ci sono altri intoppi della stessa natura. In extremis il commerciante di macchine fornisce altri 5 mila euro (per non perdere le caparre versate) e firma un nuovo patto per saldare la Porsche entro metà aprile, grazie al leasing che gli viene concesso da una finanziaria per 30 mila euro. In cambio però gli vengono imposti alti tassi d’interesse e viene chiesto a garanzia il libretto dell’auto. Viste le difficoltà sopraggiunte, egli accetta tutto.

Ora, sarà stato un buon affare quello messo a segno dal commerciante dell’Est? Riuscirà a rimborsare in un anno e mezzo il leasing da 30 mila euro, a pagare il tagliando, l’assicurazione e il bollo che ogni anno ammontano a 8 mila euro, e soprattutto a rivendere la Porsche usata a 80/100 mila euro una volta sistemata e lucidata la carrozzeria sostenendo altri costi?

share on:

Leave a Response