MilanCafe24.com – Notizie e risultati in diretta sul mondo del Milan

Milan, e se il problema fossero i cross e la “testa”?

MILAN, ITALY - APRIL 02: Krzysztof Piatek (L) of AC Milan celebrates with his team-mate Patrick Cutrone (R) after scoring the opening goal during the Serie A match between AC Milan and Udinese at Stadio Giuseppe Meazza on April 2, 2019 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

di FRANCESCO QUATTRONE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Milan mette in serie difficoltà la corsa al quarto posto. Una squadra che non riesce ad esprimersi ma soprattutto sembrerebbe in confusione totale, senza idee, in cui manca un filo conduttore tra il centrocampo e l’attacco. Questa mancanza crea difficoltà in fase difensiva, dove la squadra subisce parecchio e stenta a reagire. Bisogna individuare il problema al più presto, prima che sarà troppo tardi. Gattuso e i suoi ragazzi dovranno rimboccarsi le maniche e ricominciare a pedalare per ritrovare la giusta strada. Non c’è più tempo, non si può più sbagliare: otto finali da disputare con la cattiveria agonistica e la voglia di vincere, e una finale da conquistare per dare una svolta alla stagione e chiuderla in modo decente. In casa rossonera la bussola è stata persa, ma ora non bisogna piangersi addosso, anzi servono la concentrazione e la pazienza per ritrovarla.

Necessario capire bene a cosa è dovuta questa flessione. Cerchiamo di fare un attimo di chiarezza e trovare uno dei problemi. Il fatto che la squadra sbagli diversi cross nell’ultima parte d’azione, quando bisognerebbe concretizzarla , è un dato da non sottovalutare. Infatti i rossoneri sono penultimi nella classifica dei cross sbagliati, ben 199 dietro soltanto ai cugini dell’Inter con 258.

Numeri di certo non soddisfacenti, di conseguenza se sbagli così tanto vengono a mancare sempre di meno anche i gol di testa. Il Milan è al penultimo posto con sole quattro reti usando i centimetri, insieme a Frosinone, Lazio e Napoli. Peggio hanno fatto solo Empoli e Udinese con un gol in meno. Quello di Piatek contro i friulani consente ai rossoneri di abbandonare l’ultimo gradino e superare la squadra di Tudor.

Detto ciò, intervenire su questi due aspetti potrebbe essere una soluzione per uscire da questa fase di sabbie mobili? Milan, bisogna migliorare i cross e trovare una soluzione per aumentare i gol di testa.

Exit mobile version